7 cose da sapere sul linfoma NON-Hodgkin

Il termine Linfoma non-hodgkin (NHL) si riferisce ad un cancro che è solito svilupparsi nel sistema linfatico.

Il nostro corpo contiene molteplici cellule del sangue chiamate linfociti. Quando queste cellule vengono danneggiate, si moltiplicano in maniera incontrollata si ingrandiscono in maniera anormale. Questi linfonodi si evolvono ulteriormente in noduli dolorosi che sono comunemente conosciuti come tumori. Più i linfociti danneggiati sostituiscono quelli normali, più il sistema immunitario si indebolisce e non è più in grado di combattere infezioni e malanni.

Questo tipo di condizione è conosciuta come linfoma Non-Hodgkin. Il cancro si può sviluppare in un singolo linfonodo, come in più di uno o anche in organi come il vostro fegato o la milza. Alle volte, il linfoma Non-Hodgkin si sviluppa in più parti del corpo simultaneamente. Nella sezione seguente vi forniremo una completa comprensione del tipo di infermità e tutte le informazioni che dovreste sapere sull’argomento.

Il linfoma NON –HODGKIN può essere di vari tipi

Il linfoma non-Hodgkin può essere classificato in varie categorie o sotto-categorie. Sebbene la maggior parte delle persone siano usualmente affette dal linfoma follicolare e dal linfoma delle cellule B, altri tipi comuni di linfomi non-Hodgkin sono il linfoma mantellare, il linfoma linfocitico a piccole cellule, il linfoma marginale a cellule B, il linfoma di Burkitt, il linfoma a cellule capellute, il linfoma primario del sistema nervoso centrale, il linfoma delle cellule T ed il linfoma periferico delle cellule T.

Carenza del sistema immunitario e infezioni che possono causare il NHL

Benchè ancora non sia conosciuta l’esatta causa dell’insorgenza del linfoma non-hodgkin, molti medici ritengono che una debolezza del sistema immunitario sia la causa primaria di questa malattia. Un sistema immunitario è di solito carente quando un individuo non assume sufficienti nutrienti o proteine. Allo stesso modo, persone affette da HIV o coloro che seguono terapie immunosoppressive, possiedono molti di frequente un sistema immunitario indebolito.

La carenza è osservata anche nei soggetti che seguono terapie successive a trapianti di organo o che prendono farmaci contro l’HIV. A persone con problemi immunitari intrinseci come artrite reumatoide o anche la celiachia può essere diagnosticata questa malattia. Infezioni come HLTV-1, quella da Helicobacter Pilori, il virus dell’herpes ed il virus Epstein Barr possono causare il linfoma non-hodgkin.

In accordo con la maggior parte dei professionisti del settore medico, le modifiche del DNA che avvengono come risultato di questa malattia sono di solito acquisite prima della nascita. Queste non sono trasferite geneticamente. L’acquisizione dei cambiamenti genetici può essere un effetto dell’esposizione a radiazioni od a prodotti chimici cancerogeni. Ci sono inoltre altre condizioni in cui questi cambiamenti non sono causati da alcuna ragione specifica. L’infermità è spesso diagnosticata tra le persone anziane poiché il rischio di contrarre la mattia aumenta con il passare degli anni.

Linfonodi ingrossati ed addome gonfio ne sono spesso sintomi

Dipendendo da quale parte del corpo è stata colpita dal linfoma non-hodgkin, i sintomi possono essere vari e differenti. Di tutti i sintomi, i più comuni sono i linfonodi ingrossati, l’addome leggermente rigonfio, forte dolore ed alta pressione toracica, tosse frequente, respiro corto, febbre alta, una significativa perdita di peso, vampate di calore, sudore notturno, eccessiva stanchezza ed un conteggio basso di globuli rossi nel sangue. Molte persone alle quali è stata diagnosticata questa malattia hanno spesso sperimentato la sensazione di essere sazi anche dopo un pasto limitato.

Nel caso di un linfoma a livello addominale, tale parte del corpo diventa rigonfia e morbida. Ciò succede poiché l’ingrossamento dei linfonodi dell’addome causa anche la produzione di una grande quantità di liquido. Ciò causa un ingrossamento dell’addome e relativamente della milza, che è ciò che causa la sensazione di sazietà dopo un pasto minimo.

Il Linfoma può svilupparsi nel tuo cervello

Anche conosciuto come linfoma cerebrale, è comune che tale cellula tumorale causi cefalea, debolezza in varie parti del corpo, epilessia e cambi di personalità. Ciò può pregiudicare le vostre capacità cognitive e causare problemi durante la fase di pensiero. Ci sono anche altre varianti di linfoma non-hodgkin che possono sorgere dalle aree intorno alla spina dorsale ed al cervello. Queste conducono a problemi di vista, torpore del volto e problemi di espressione mentre si parla.

Il linfoma della pelle può essere percepito.

Si. Quando viene diagnosticato un linfoma della pelle può essere facilmente visto e sentito. Generalmente come piccoli, pruriginosi rigonfiamenti sotto pelle dal colore rosso o porpora. Tale escrescenze mettono a disagio e si ha una sensazione di irritazione quando vengono toccati.

Il NHL può essere diagnosticato precocemente se si presta attenzione ai sintomi

Anche se tutt’ora non esiste un test specifico per l’identificazione dell’NHL precoce, puoi sempre stare attento ai suoi sintomi. Controlli medici regolari focalizzati sui particolari sintomi possono portare ad una scoperta precoce del Linfoma non-hodgkin.

Allo stesso tempo, si dovrebbe prestare attenzione a tutti i fattori di rischio legati al NHL, i quali includono l’HIV, cure post trapianto di organi, trattamenti contro il cancro e malattie autoimmuni.

Sebbene la maggior parte di noi non sviluppi linfomi, è opportuno programmare controlli periodici e frequenti in modo da individuare immediatamente qualsiasi segnale non appena questo divenga percettibile. Sottostimare i sintomi potrebbe portare il cancro ad assumere una forma ancora più grande.

NHL si può diagnosticare dalla biopsia

Se il vostro dottore suggerisce che possiate avere un linfoma su una specifica parte del vostro corpo, vi chiederà di effettuare una biopsia di quell’area specifica. Molti dei sintomi del NHL non sono infatti così peculiari da essere certi siano causati da questo tipo di cancro.

Alcuni di questi è più probabile che siano causati da infermità non cancerose come infezioni o altri tipi di cancro. Per esempio, molto spesso, i nostri linfonodi si ingrossano a causa di infezioni e non per il Linfoma non-Hodgkin. Per tali ragioni molti medici consigliano l’assunzione di antibiotici e l’attesa di circa due settimane per verificare se i linfonodi diminuiscono in grandezza. Se non è osservato alcun cambiamento, a quel punto il medico, prescriverà una biopsia.

Nella biopsia, di solito una piccola parte del nodo, o in molti casi, il linfonodo per intero, viene rimosso per effettuare test di laboratorio e l’osservazione al microscopio. Il linfoma non-hodgkin è una malattia seria e non dovrebbe mai essere sottovalutata o ignorata in nessun caso. Consultate immediatamente un dottore se sperimentate uno o più dei sintomi qui riportati.